Gli scienziati hanno trovato un universo parallelo in agguato nello spazio

Gli scienziati hanno trovato un universo parallelo in agguato nello spazio

La NASA mostra la “Prova Innegabile” di un UFO che orbita intorno alla Terra!!
L’acqua sulla luna è presente quasi ovunque. La prima mappa completa
Pianeta fantasma si avvicina alla Terra

Gli scienziati erano ansiosi di determinare la risposta al dilemma: l’area misteriosa e oscura recentemente scoperta nello sfondo cosmico a microonde, chiamata “punto freddo” – la radiazione rimasta dal big bang, può effettivamente essere un universo parallelo?

Il “punto freddo” è stato inizialmente notato nel 2015 ed è una regione di 1,8 miliardi di anni luce in cui ci sono in realtà circa 10.000 galassie “mancanti”. La regione consiste in un 20% in meno di materia di quanto dovrebbe, basato sul modello standard, è questo ha lasciato confusi i ricercatori.

Gli scienziati hanno trovato un universo parallelo in agguato nello spazio

Gli scienziati hanno trovato un universo parallelo in agguato nello spazio

Gli scienziati hanno ipotizzato che ci siano miliardi di altri universi, in agguato al di fuori di quello che possiamo vedere, è sono rimasti sconcertati dalla possibilità che questo vuoto si possa essere creato da una collisione tra due diversi universi, questo vuoto potrebbe effettivamente dimostrare questa teoria.

Secondo la recente ricerca, guidata dallo studente post-laurea Ruari Mackenzie e dal professor Tom Shanks presso il Centro di astronomia extragalattica dell’Università di Durham, è pubblicato su Avvisi mensili della Royal Astronomical Society:

“I vuoti che abbiamo rilevato non possono spiegare il” punto freddo “sotto la cosmologia standard. Esiste la possibilità che possa essere proposto un modello, non standard, per collegare due universi in futuro, ma i nostri dati ora hanno molti limiti. – Mackenzie ha commentato.

Gli scienziati hanno trovato un universo parallelo in agguato nello spazio

Gli scienziati hanno trovato un universo parallelo in agguato nello spazio

Usando uno spettrografo distribuito sul telescopio anglo-australiano, Mackenzie e Shanks hanno usato un effetto noto come redshift cosmologico per misurare i colori delle galassie, i loro redshift, e quindi le loro distanze possono essere calcolate. I risultati di questo studio completo sugli spostamenti verso il rosso di 7.000 galassie non mostrano alcuna prova di un sovrasterico adatto a spiegare il “punto freddo” all’interno della teoria standard.

Gli scienziati hanno trovato un universo parallelo in agguato nello spazio

La distribuzione della galassia 3-D in primo piano del CMB Cold Spot, dove ogni punto è una galassia. La distribuzione della galassia in Cold Spot (punti neri, a destra) viene confrontata con la stessa in un’area senza sfondo Cold Spot (punti rossi, a sinistra). Il numero e la dimensione delle regioni di densità della galassia bassa in entrambe le aree sono simili, rendendo difficile spiegare l’esistenza del punto freddo CMB dalla presenza di “vuoti”. Credit: Università di Durham.

Secondo questo sondaggio, la Durham University ha scoperto che il vuoto è in realtà costituito da molti piccoli vuoti che erano una luce di spostamento troppo piccola, come illustrato nella Figura 2.

[bs-quote quote=”Questo significa che non possiamo escludere del tutto che lo Spot sia causato da un’improbabile fluttuazione spiegata dal modello standard. Ma se questa non è la risposta, allora ci devono essere altre spiegazioni. Forse la cosa più eccitante è che il punto freddo è stato causato da una collisione tra il nostro universo e un altro universo. Se ulteriori, più dettagliate, analisi dei dati CMB dimostrano che questo è il caso, allora il Punto Freddo potrebbe essere preso come prima prova per il multiverso – e miliardi di altri universi potrebbero esistere come il nostro.” style=”default” align=”left” author_name=”Tom Shanks” author_job=”Durham University”][/bs-quote]

Sebbene molte delle spiegazioni là fuori sembrano improbabili, non dobbiamo necessariamente liquidarle come pura fantasia. Gli scienziati al momento stanno pianificando di eseguire un ulteriore esame della CMB, per verificare se il concetto di universi paralleli resiste.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0
EnglishFrançaisDeutschItalianoPortuguêsEspañol
Inline
Inline